Resta sempre aggiornato!


Iscriviti al nuovo servizio Edilferr Cittanova News


Tutti i campi sono Richiesti

L’Active Network nella tana del lupo, Marco Macrì carica l’ambiente: ‘Noi siamo l’Edilferr, pronti a questa battaglia’

Quella di domani non sarà una partita qualsiasi, no. Quella di domani è la partita. La sfida nella quale si decide tutto, la sfida nella quale si decide il futuro dell’Edilferr Cittanova Calcio a 5.

Tutto pronto in casa biancoblu per il ritorno dei playout di serie B. Al palazzetto dello Sport “Caduti sul Lavoro” di Polistena (ore 16) arriva l’Active Network Viterbo, squadra che l’Edilferr ha già battuto in trasferta all’andata. Guai però (GUAI) a considerare già tutto fatto. Sarebbe l’errore più grande che una squadra di gladiatori come l’Edilferr possa fare. La concentrazione deve essere massima fino alla fine, dopodiché vedremo se il campo ci darà ragione o meno.

A caricare l’ambiente in vista dell’incontro di domani è il vice allenatore Marco Macrì.

Ciao Marco, cosa ne pensi dell’incontro di domani e con quale spirito lo affronterete?

Come abbiamo fatto sempre in questo campionato: affrontando tutti a viso aperto! Sulla partita di sabato ne ho sentite di tutti o colori e lette ancor di più sui social. Qualche dirigente dell’Active, subito dopo la partita di andata, mi ha detto che verranno a Polistena a fare una passeggiata. E dovremmo crederci? Ho letto che hanno poche possibilità, che scenderanno in campo senza alcun impegno. E ci dobbiamo credere? Sono tutte favole e noi, con l’esperienza che abbiamo alle spalle, alle favole non ci crediamo. Sappiamo che stanno preparando la partita nei minimi dettagli, guardando tutti i video, ma noi non siamo da meno. Un gol di differenza equivale a zero. Anzi, noi affronteremo la partita pensando di dover recuperare 3-4 gol, ricordandoci anche che loro hanno segnato il 3-2 con un giocatore nostro a terra e il 4-2 con un giocatore nostro fuori per un orrore arbitrale. Questo darà ad ognuno la rabbia, al determinazione e la forza giusta per affrontare al meglio questa battaglia.

Il sostegno del pubblico rappresenterà per l’Edilferr il sesto uomo in campo…

Il pubblico influenzerà sicuramente il match e speriamo veramente di avere quello delle grandi occasioni, quello dello scorso anno: il sesto uomo in campo che, purtroppo, quest’anno ci è mancato tantissimo!

Questa squadra ha sempre affrontato tutti a viso aperto, lottando fino all’ultimo secondo in ogni occasione. Ora restano 40 minuti, nei quali i ragazzi (dal primo all’ultimo) dovranno dare tutto per tenere alto l’orgoglio Edilferr…

Domani sarà diverso. Saranno gli ultimi 40 minuti. Avremo di fronte una guerra (naturalmente sportiva) nella quale dobbiamo necessariamente vincere e centrare la salvezza, per tenere alto l’orgoglio dell’Edilferr prima e quello di un intero paese poi: Cittanova!